Premiere Pro, titoli e semplici effetti

Condividi

Nel precedente tutorial abbiamo visto come realizzare un semplicissimo titolo utilizzando la titolatrice di premiere pro, in questo tutorial riprenderemo il progetto precedente ed applicheremo al titolo un effetto in entrata ed in uscita e avremo anche un primo approccio con i keyframes. Innanzitutto apri il progetto del titolo di premiere pro, se non hai salvato crea un nuovo titolo, dovresti sapere come si fa! 🙂 Il nostro scopo in questo tutorial è quello di applicare una dissolvenza al titolo aggiungendo una sfocatura ed un effetto luce. Niente paura, è più semplice a farsi che a dirsi, allora, cominciamo, sulla timeline dovresti avere il tuo titolo bello e pronto

come prima cosa applichiamo una dissolvenza, dalla scheda effetti portati nella cartella transizioni video>dissolvenza e scegli dissolvenza incrociata e trascina e rilascia la transizione prima sull’estremità sinistra del titolo (ingresso) e poi sull’estremità destra (uscita), in alternativa puoi portarti con l’indicatore della timeline (la linea rossa) nei pressi prima di una e poi dell’altra estremità (come mostrato nella figura precedente) e, assicurandoti di avere attiva la traccia video sulla quale è presente il titolo, premi CTRL + D, questo comando applica la transizione predefinita alla clip. Dovrebbe apparire come segue:

Chiariamo subito due punti che potrebbero non essere chiari:

1) Assicurarsi quale sia la traccia attiva: come puoi vedere dall’immagine precedente, le tracce video 1, video 2  e audio 1 hanno un tono di grigio più chiaro rispetto alla traccia video 3, queste perchè sono tracce attive, o tracce selezionate, puoi attivare e disattivare le tracce facendo semplicemente clic sul nome della traccia, ciò è importante dal momento in cui si vuole effettuare un taglio di tutte le tracce escludendone alcune oppure se si vogliono applicare effetti di transizione senza però influenzare alcune tracce.

2) La transizione predefinita: di default la transizione predefinita in Premiere Pro è la dissolvenza incrociata, possiamo cambiare in qualunque momento la transizione predefinita semplicemente facendo clic con il tasto destro su una delle transizioni nella tabella effetti e scegliere “imposta transizione selezionata come predefinita”

in talmodo ogni volta che utilizziamo il comando rapido CTRL + D alla clip (o alle clip, se teniamo più tracce attive) verrà applicata la transizione predefinita, un notevole risparmio di tempo, lo consiglio!

Torniamo a noi, abbiamo applicato al titolo un effetto dissolvenza in entrata ed in uscita

Porta l’indicatore di tempo all’inizio della timeline a manda in play il filmato premendo la barra spaziatrice, dovresti ottenere qualcosa del genere.

[flashvideo file=http://www.graphixmania.it/wp-content/uploads/2012/01/esempio1.flv /]

Adesso vogliamo applicare una sfocatura oltre che alla dissolvenza, sempre dalla tabella effetti recati nella cartella effetti video>sfocatura e contrasto, clicca e trascina sulla clip l’effetto sfocatura gaussiana

dal pannello controllo effetti possiamo modificare i valori della sfocatura in pochi semplici clic, espandiamo i controlli effetto facendo clic sulla freccetta accanto al nome

Porta l’indicatore della timeline all’inizio della clip e clicca sull’icona rappresentante un timer accanto al controllo Sfocatura, vedrai apparire un piccolo rombo, è un keyframe, senza spostare l’indicatore della timeline, aumenta il valore della sfocatura a 30

sposta l’indicatore della timeline più avanti e modifica il valore della sfocatura a 0, apparirà un ulteriore keyframe

Spostati ulteriormente in avanti e clicca sul pulsantino indicato in figura, verrà inserito un altro keyframe con i valori relativi

infine, per la chiusura, spostati verso la fine della clip e modifica il valore della sfocatura nuovamente a 30, un altro keyframe verrà creato automaticamente

Dovresti ottenere qualcosa del genere

[flashvideo file=http://www.graphixmania.it/wp-content/uploads/2012/01/esempio2.flv /]

Infine cosa avevamo detto? A si, l’effetto di luce…

Sempre nella tabella effetti vai in effetti video>genera e clicca e trascina l’effetto lente sulla clip del titolo

Come per l’effetto sfocatura vai nel pannello controllo effetti, per priorità premiere ha inserito prima l’effetto lente e poi l’effetto sfocatura, ciò comporta che la sfocatura agirà anche sul riflesso di luce, poichè non vogliamo che ciò accada invertiamo gli effetti dall’elenco, sarà sufficiente cliccare su sfocatura gaussiana nel controllo effetti e trascinarlo al di sopra dell’effetto riflesso lente

Bene, espandi l’effetto riflesso lente e clicca sul nome, nella finestra di antemprima apparirà un indicatore che indica appunto l’origine del riflesso, clicca e trascinalo sulla grafica, come mostrato in figura

porta l’indicatore della timeline all’inizio della clip e slicca sul timer accanto a centro riflesso e luminosità riflesso, appariranno due keyframes

imposta la luminosità a 0%, sposta il cursore verso la metà della clip ed imposta la luminosità a 110%, e modifica il primo valore del centro riflesso come mostrato in figura

infine portati verso la fine della clip ed imposta nuovamente il valore della luminosità a 0%, dovresti avere tre keyframes come nell’immagine seguente

Portati all’inizio della timeline e premi play (barra spaziatrice), ecco il risultato finale

[flashvideo file=http://www.graphixmania.it/wp-content/uploads/2012/01/esempio3.flv /]

Facile no? Prova vari effetti e cambia i valori, non esagerare però, non inserire troppi effetti su un’unica clip, potrebbero essere richiesti vari minuti o ore di rendering.

A seconda del tipo di computer e delle risorse a disposizione, il computer può gestire determinati tipi di effetti in tempo reale, se si dovessero comunque verificare degli scatti durante la riproduzione sarà necessario effettuare un pre-rendering dell’area di lavoro, è molto semplice, nella finestra della timeline imposta l’area di lavoro sulla parte da renderizzare spostando le estremità e premi INVIO.

Come puoi notare la linea rossa, che indica che quell’area sulla timeline necessita di rendering, diventa verde, che indica appunto che quell’area della timeline è renderizzata. Infine la linea in questione può assumere anche il colore giallo che sta ad indicare che quell’area della timeline non necessita di rendering ma potrebbero verificarsi perdite di fotogrammi durante la riproduzione, in tal caso seleziona l’area di lavoro e dal menù sequenza scegli la voce renderizza l’intera area di lavoro.

Al prossimo tutorial! 😉


Condividi

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.