Arrival: making of e curiosità digitali

Condividi

Arrival è uscito in questi giorni nelle sale italiane. La trama non è certo nuova, per raccontarla alla buona e senza fronzoli, gigantesche navi aliene atterrano sul nostro pianeta, viene così formato un team in grande stile capitanato da una linguista il cui scopo è comunicare con gli alieni e salvare il mondo da un attacco! Chi volesse approfondire la trama e la critica del film può trovare esaustive spiegazioni e critiche su siti dedicati.

Ciò che invece voglio mettere in evidenza su graphixmania.it è il lavoro di postproduzione che c’è dietro il film Arrival. Come è possibile immaginare di reale c’è ben poco, non c’è mai stata una astronave sul pianeta, non sono mai decollati elicotteri, nemmeno quelli più piccolini e nessun carro armato ha mai posato i suoi cingoli sull’asfalto di Montréal.

Arrival: making of

Ma non finisce qui, gran parte dei paesaggi in Arrival sono stati ricostruiti al computer, sono state aggiunte colline, monti, alberi, rocce, laghi e molte comparse presenti nel film non sono altro che cloni digitali che messi tutti insieme formano un esercito o una folla di persone! Insomma, ci si aspetta che un film del genere sia fatto al computer e che non siano arrivate veramente astronavi aliene sul nostro pianeta, ma almeno gli alberi o un elicottero reale ci si aspetta di trovarlo. Vabhè, è il frutto della nuova tecnologia che è in grado di fornirci sempre più film che superano ogni forma di immaginazione.

Oblique Fx è la società che si è occupata degli effetti speciali del film, sul sito ufficiale è possibile reperire alcune informazioni generali sulla produzione: www.obliquefx.com

In particolare, da come si legge sul sito, la Oblique FX si è occupati di:
Matte Paintings & Virtual Environnements
Simulations & Special Effects
CG Integration
2D Compositing

Arrival: making of

Curiosità tecniche di Arrival

Il film è costato $47.000.000
dura 1 ora e 56 min (116 min)
sono state utilizzate le seguenti videocamere con specifiche lenti:
Arri Alexa XT M, Camtech Vintage Ultra Prime, Kowa Cine Prominar and Zeiss Super Speed Lenses
Arri Alexa XT Plus, Camtech Vintage Ultra Prime, Kowa Cine Prominar and Zeiss Super Speed Lenses
L’elaborazione digitale è stata eseguita in ARRIRAW (2.8K) (source format) Digital Intermediate (2K) (master format)
Il supporto finale è un 35 mm (anamorphic) (Kodak) D-Cinema

Maggiori informazioni tecniche possono essere reperite a questo indirizzo: imdb.com

 


Condividi

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Prova subito gratis i template per Photoshop
di Graphixmania.it!

prezzo template

Per te subito due template gratis da utilizzare per i tuoi album e se sei soddisfatto puoi comprare il set completo ad un prezzo unico!