Il computer per il montaggio video

Condividi

In questo articolo affronterò un argomento che molti aspiranti videomaker, amatori e professionisti, prima o poi si troveranno a fare i conti: il computer per il montaggio video.

In questo articolo non farò la differenza tra Mac e PC, è una guerra, a mio parere, inutile. Ognuno sceglie il sistema che più preferisce e che più ritiene affidabile, considerando anche le proprie possibilità economiche. Ti indicherò alcune soluzioni ideali per assemblare un PC e le mie motivazioni, che potrai condividere o meno. Io ti offro la mia competenza in questo ambiente, poi a fare la scelta finale sarai tu!

il computer per il montaggio video

Il computer per il montaggio video è probabilmente uno dei computer più costosi che si possa assemblare. Dobbiamo gestire file video e, con l’HD ed il 4K, tali file sono diventati enormi. Non si tratta solo della dimensione fisica del file in termini di spazio occupato, ma anche della gestione e della riproduzione di tali file.

Un minuto in HD, a seconda di vari fattori, può occupare dai 10mb a svariati gigabyte. Ma quali sono questi fattori?

  • Compressione: è necessaria per gestire, condividere e riprodurre un file video. Senza compressione un minuto di video potrebbe occupare anche 5Gb. E’ impensabile poter lavorare con file di queste dimensioni. Per comprimere un file esistono vari codec, i più popolari, senza entrare nello specifico di ognuno, sono: XviD / DivX, MPEG-4, H.264 e MPEG-2. I codec non vanno confusi con i container, ossia i formati di file che includono al loro interno audio, video, codec ed eventuali metadati, menu, sottotitoli e informazioni varie, tutti insieme. Esempi tipici sono i file AVI, Flash Video (FLV, SWF), MKV, MP4, VOB e MOV.
  • gestione colore: il rapporto tra i campioni di luminanza e crominanza all’interno dell’immagine è determinato dallo schema di sottocampionamento della crominanza. Gli schemi maggiormente usati sono tre: 4:2:2, 4:1:1 e 4:2:0. Lo schema 4:2:2 è qualitativamente il migliore, gli altri due schemi sono utilizzati per ridurre ulteriormente lo spazio occupato a discapito della qualità del colore.
  • frame rate: è la frequenza dei fotogrammi al secondo con cui viene riprodotto un video. Più fotogrammi al secondo ci sono, più fluida sarà la riproduzione, maggiore saranno i dati e più spazio occuperà il file. I frame rate più utilizzati attualmente sono 24fps, 25fps, 50fps e 60fps. Più alto sarà il frame rate più potente dovrà essere il nostro computer.
  • tipo di audio: come per i video, anche per l’audio vi sono dei codec di compressione per ridurne la dimensione. L’audio può occupare relativamente poco rispetto al video se si tratta di tracce singole, mono o stereo. Ma comincia ad incidere sul peso e sulla gestione quando si tratta di tracce audio dolby surrond.

Tutto questo per farti rendere conto della enorme mole di dati che un computer per il montaggio video deve gestire. Quindi, cominciamo e vediamo di cosa abbiamo bisogno

Il computer per il montaggio video

Il processore, il cuore del nostro PC. Deve essere veloce, performante e ben raffreddato. A mio parere un I7-4790K 4.0GHz 8MByte SK1150 o un Intel Core i7-7700K 4.2GHz 8MB SK1151

Questi processori consumano e si riscaldano tanto quando vano a pieno regime pertanto necessitano di un buon raffreddamento, il mio consiglio è di orientarsi su un raffreddamento a liquido al fine di garantire ottime prestazioni ad alti carichi di lavoro.

Il tutto va montato su una buona scheda madre, fai attenzione a ciò che scegli ed assicurati che sia in grado di supportare il processore. Orientati verso la serie professionale ASUS, resistenti alle temperature alte ed a carichi di lavoro continui e durature nel tempo

La RAM per il montaggio video non è mai abbastanza. I programmi che utilizzeremo sono dei divoratori di memoria. Devono gestire, come abbiamo visto nella prefazione, enormi quantitativi di dati, il mio consiglio è di non risparmiare, riempi gli slot che hai a disposizione con 32Gb!

La scheda grafica, indispensabile per il montaggio video. Hai bisogno anche qui di alte prestazioni, basse temperature, resistenza nel tempo. Cosa devi valutare in una scheda grafica? Principalmente la memoria video e quanti CUDA gestisce.

CUDA è l’architettura di elaborazione in parallelo di NVIDIA che permette netti aumenti delle prestazioni di computing grazie allo sfruttamento della potenza di calcolo delle GPU (unità di elaborazione grafica)

Per quanto si possa dire, a mio avviso, devi orientarti verso una scheda grafica QUADRO. Le Nvidia Quadro sono progettate per garantire altissime prestazioni, affidabilità e resistenza. La tecnologia QUADRO usa prodotti di qualità superiore che presentano hardware di grande efficienza energetica e una selezione dei componenti mirata a ottenere il massimo delle prestazioni, della resistenza e della longevità, a mio parere non c’è alcun paragone con le schede grafiche per il gaming.

Come detto i file video occupano tantissimo spazio, specialmente se si lavora in full HD o 4K. Per memorizzare una mole così ampia di dati il mio consiglio è di non risparmiare nemmeno sugli Hard Disk.

Domanda del secolo: HDD o SSD?

l’SSD è sicuramente più veloce di un classico HD meccanico. Riscontrerai sicuramente dei benefici! Ma, come è noto, l’SSD ha dei cicli di scrittura limitati e quindi la vita del nostro SSD, se usato intensamente, non sarà lunga. Alcune stime parlano con un uso intenso di circa 3 o 4 anni di vita che, con le giuste accortenze, possono essere decisamente allungati.

Utilizzando un SSD in ambito video e con i moderni software di editing, non credo che il nostro SSD duri molto. Durante l’editing video vengono scritti e aggiornati centinaia di megabyte che vanno a ridurre notevolmente la durata delle celle. Il mio consiglio è di utilizzare un SSD per il sistema, e configurare tutte le applicazioni (compreso il browser e i software di editing) in modo tale che i file temporanei vengano memorizzati su un disco meccanico.

Per il resto consiglio HDD classici, in particolar modo consiglio di acquistare dei Western Digital Purple, dedicati a sistemi di videosorveglianza, progettati per carichi di lavori intensi, continui e a temperature estreme. Costano qualcosina in più rispetto ai classici HDD, ma ne vale la pena, per la loro longevità e per la sicurezza dei vostri dati.

Quanti HDD dobbiamo montare? Dipende dalla mole di lavoro! Ma poichè non sappiamo cosa possa arrivarci da montare è meglio tenersi larghi. Consiglio quindi un SSD da 500Gb per il sistema e almeno 2HDD Western Digital Purple da 2Tb per il lavoro.

Inoltre, se hai un budget che te lo permette, valuterei anche un NAS per archiviare i lavori. Purtroppo si! I lavori vanno archiviati quanto più a lungo è possibile. Un consiglio da amico!

Attenzione, i NAS il più delle volte vengono venduti senza gli HDD. Quindi, oltre alla spesa del NAS devi considerare anche il costo dei dischi interni, di solito dischi specifici per NAS, progettati per rimanere sempre accesi, ottimi per il RAID e resistenti alle alte temperature.

Il tutto, a questo punto, consiglio di assemblarlo in un bellissimo case silenzioso. Trascorreremo molte ore al computer e per questo ti consiglio di utilizzare un case insonorizzato e ventole ultra silent in modo da ridurre al minimo l’inquinamento acustico.

Il prezzo di un computer del genere? Alto… anzi direi… molto alto! Si può partire dai 2.000€ per un computer di fascia medio/alta fino ai 3.000€ o oltre i 4.000€ per workstation di alto livello.

Ma ha senso spendere tutti questi soldi per un PC assemblato? Vale la pena un computer del genere per il montaggio video?

Certo! Il tuo lavoro è ciò che ti permette di guadagnare. Non puoi permetterti rallentamenti, lunghi tempi di esportazione e riproduzioni video in modalità anteprima. Hai bisogno di qualità, velocità ed affidabilità. Hai due scelte… orientarti verso un  Apple Mac Pro oppure orientarti verso soluzioni più “economiche” ma comunque affidabilissime. Considera che un Mac Pro per il montaggio video può superare di gran lunga i 4.000€

A questi livelli e a questi costi, si fa più un discorso di abitudine che di qualità e performance. Un PC assemblato con prodotti mirati e ben configurato, stai certo che non deluderà le tue aspettative.

Certamente puoi optare per computer (PC o Apple) più economici. Puoi scegliere componenti meno specifici e più economici, dipende dalle tue esigenze.

Puoi permetterti lunghi tempi d’attesa per un video che è solo una bozza? Puoi attendere qualche ora per un rendering di un video di appena 10 minuti? Puoi permetterti una anteprima video in fase di montaggio di bassa qualità? Puoi permetterti lunghe pause tra una correzione colore e l’altra o l’applicazione di un filtro? Puoi permetterti la perdita di dati a causa di un crash del computer?

Se la risposta a tutte queste domande è NO, allora considera il computer per il montaggio video serio, abbandona l’idea di un computer economico e vedrai che il tuo lavoro ne trarrà sicuramente vantaggio.


Condividi

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. Giulia ha detto:

    Ciao! Che modello (oggi in commercio) potrebbe rispondere alle caratteristiche che hai appena elencato?
    Grazie!

    • Aldo ha detto:

      Ciao Giulia, la configurazione elencata nell’articolo è piuttosto aggiornata, si tratta di una workstation i cui componenti non diventano obsoleti nel breve termine, avendo caratteristiche avanzate. Se ti riferisci ad un modello già assemblato orientati verso un HP della serie Z che vengono forniti però senza scheda grafica, necessaria ovviamente e da acquistare a parte, orientandoti sempre, a mio consiglio, verso una quadro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Prova subito gratis i template per Photoshop
di Graphixmania.it!

prezzo template

Per te subito due template gratis da utilizzare per i tuoi album e se sei soddisfatto puoi comprare il set completo ad un prezzo unico!