Picture in picture con Premiere Pro

Condividi

Come da titolo in questo breve tutorial impareremo a creare un picture in picture con adobe premiere pro. Innanzitutto specifichiamo che cos’è un picture in picture! Letteralmente significa immagine nell’immagine e, di solito, vi è un video principale a schermo intero ed un altro video, proveniente da altra fonte, in un riquadro più piccolo. Durante una diretta, ad esempio, il picture in picture è utile per tenere da una parte il soggetto che descrive una situazione e dall’altra le immagini descritte senza che queste coprano l’interlocutore. E’ una tecnica spesso usata durante i telegiornali o comunque durante trasmissioni che richiedono la visualizzazione di due canali nello stesso momento. Ovviamente un Picture in Picture può essere composto anche da più riquadri contenenti ognuno situazioni differenti anche se in questo caso diventa un multiview. Nel semplice tutorial che segue vedremo come realizzare un picture in picture con due video, come nell’esempio

[flashvideo file=http://www.graphixmania.it/wp-content/uploads/2012/02/pp01.flv /]

Come puoi vedere a sinistra vi è un video, a destra un’altro, come realizzarlo? Semplicissimo! Prima di tutto crea una maschera che sia in grado di contenere due video, puoi crearla con Photoshop o con la titolatrice di Premiere Pro oppure, se preferisci, puoi scaricare il template gratuito di Graphixmania che è lo stesso mostrato nel video. Nel caso hai scaricato il template decomprimi il contenuto nella cartella di lavoro del progetto di premiere ed importa il file Picture in Picture.prtl e trascinalo sulla traccia 3 della timeline.

Ora importa due video, o estrapola due clip differenti da uno stesso video con lo strumento taglia, e posiziona le clip come mostrato in figura, ovvero una clip sulla traccia 1 ed una clip sulla traccia 2

scollega per entrambe le clip l’audio dal video cliccandoci sopra con il tasto destro e scegliendo la voce “scollega” e butta via l’audio, per l’esempio non ci serve audio ma, di solito, la fonte audio è una sola o comunque una delle due ha un volume molto più basso rispetto all’altra. Un altro modo per eliminare velocemente l’audio dalle clip consiste nel bloccare temporaneamente le tracce video come mostrato in figura cliccando sui quadratini indicati

appare un catenaccio, selezioniamo le tracce audio e premiamo CANC, l’audio verrà eliminato ma le tracce video rimangono. Una volta eliminato l’audio sblocca le tracce facendo nuovamente clic sul catenaccio.

Nel mio esempio nel video di preview appare una situazione del genere

come puoi notare il video della traccia 2 copre il video della traccia 1 e passa da una finestra all’altra, quello che dobbiamo fare è semplicemente riadattare il video alla maschera. Seleziona la clip sulla traccia 2 e dalla finestra controllo effetti espandi la voce movimento e seleziona la voce facendo un semplice clic sul testo “movimento”, nel video di preview appariranno delle maniglie che ci permettono di ridimensionare direttamente il video, altrimenti, se preferisci, puoi usare i valori numerici dalla finestra controllo effetti. In figura ho messo in evidenza le maniglie attorno al video

Al centro, nel cerchietto verde, è il punto di ancoraggio, che serve a definire il punto centrale del video, ovvero il punto attorno al quale si verificano tutti i movimenti (rotazione, ridimensionamento e spostamento) e possiamo cambiarlo sempre dalla finestra controllo effetti, ma, al momento, non ci interessa spostarlo. Supponiamo di voler posizionale il video nella traccia 2 nella finestra a destra. Clicca su una qualsiasi delle maniglie e, tenendo premuto il tasto sinistro del mouse, trascina verso l’interno per ridurre il video e clicca e trascina il centro per spostarlo. Come puoi notare, qualunque maniglia clicchi, il video mantiene sempre le proporzioni, nel caso in cui vuoi “stirare” il video non devi far altro che togliere la spunta alla casella “scala uniforme

in tal caso durante il ridimensionamento il video non mantiene le proporzioni e possiamo deformarlo a nostro piacere. SCONSIGLIO comunque questo sistema poiché nessuno vuole vedere immagini deformate, persone più larghe o più strette più basse o più alte, a meno che non sia un effetto voluto! Nel nostro esempio lasciamo la spunta a Scala uniforme! Meritevole di nota, durante il ridimensionamento, è la funzione del tasto ALT, tenendolo premuto, infatti, premiere non mostra il contenuto del video in tempo reale, ma solo i contorni, funzione molto comoda quando si lavora con progetti pieni di effetti e di molte tracce video.

Ritorniamo al tutorial… hai ridimensionato il video? Lo hai centrato nella finestra? Hai ottenuto per caso qualcosa come nell’immagine seguente?

Anche nel tuo caso c’è una porzione di video che invade la finestra a sinistra?

Se la risposta è positiva ci sono due soluzioni!

1) Spostiamo il video più a destra …

2) Ritagliamo la parte di immagine che “sborda”

La soluzione 1 è sicuramente la più pratica, ma non sempre attuabile. Il più delle volte il contenuto principale di una ripresa video si trova al centro (una persona, un’azione sportiva o quant’altro) e dare maggiore rilievo al lato sinistro o al lato destro, decentrando il punto di interesse originario, non è sempre la scelta giusta. In questo caso ci risulta di enorme utilità il filtro ritaglia che trovi nella tabella effetti video>trasformazione, trascina il filtro sulla clip nella traccia 2

e dalla finestra controllo effetti espandi il filtro appena applicato ed aumenta il valore “sinistra” finché il bordo del video non scopare dalla finestra di sinistra

Dovresti ottenere qualcosa del genere

Ora non ci resta che ridimensionare il video nella traccia 1, non dobbiamo far altro che ripetere le stesse operazioni, ovvero ridimensionamento e spostamento del video. Non c’è bisogno di eseguire il ritaglio poiché il video in primo piano si trova sulla traccia 2 e quindi va a coprire eventuali “sbordamenti” del video sottostante.

Ed ecco il risultato finale

[flashvideo file=http://www.graphixmania.it/wp-content/uploads/2012/02/pp01.flv /]

Anche questo tutorial fa parte di quelli “più facile da fare… che a dirsi!” 😀


Condividi

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.